Grace & Partners

Il potere dell’immagine: perché l’infografica e le gifografiche sono più efficaci?

Abbiamo già visto come noi esseri umani siamo più attratti dalle immagini che dagli elementi testuali, che peraltro vengono elaborate dal cervello molto più velocemente. L’infografica è uno strumento utilissimo perché ha tutti i vantaggi dell’immagine, pur non essendo una semplice immagine: è colorata, bella, appetibile, attrae l’utente e viene memorizzata facilmente. I suoi simboli, la sua struttura e i contenuti testuali però, dicono molto più di quanto non faccia una semplice immagine: filtrano e semplificano concetti, evitando al nostro cervello un sovraccarico di informazioni che può ostacolare l’apprendimento e l’interesse nei confronti di un argomento.

 

 

L’infografica conquista anche il lettore più pigro

 

 

Quando atterriamo in un articolo che contiene un’infografica (soprattutto se stilisticamente e cromaticamente risponde ai nostri gusti) lo leggiamo con attenzione, analizzando le immagini. Solo dopo passeremo al testo, e magari, se si ha poco tempo, si approfondiscono i punti salienti, gli aspetti dell’infografica per noi più interessanti.

È difficile infatti che davanti ad un’infografica il lettore, anche il più pigro, anche quando ha poco tempo, abbandoni la pagina: se la sua lettura è frettolosa e superficiale, nella peggiore delle ipotesi, la sua visita si ferma all’infografica. Se il lettore è curioso, l’infografica funziona da esca, o da elemento che chiarisce, semplifica ed aiuta a memorizzare i concetti.
In tutti i casi, è uno strumento che potrebbe aumentare il tempo di permanenza sulla pagina.

 

 

L’infografica può “viaggiare” da sola e diventare virale

 

 

Un aspetto da non sottovalutare assolutamente è quello della potenziale viralità delle infografiche. Una volta creata, l’infografica può essere inserita in un articolo ma anche condivisa sui social, a patto che le sue dimensioni siano conformi a quelle che ogni social richiede per la condivisione di immagini.

 

Questo la slega dal contenuto-madre? No, se alla condivisione aggiungiamo un commento testuale in cui inseriamo anche il link al nostro articolo. In questo modo, la facciamo diventare la sua “ambasciatrice” sul web.

 

 

Cosa sono le infografiche animate: gifografiche

 

Le infografiche sono quindi  il frutto di un sapiente impasto tra immagini, colori e forme. Permettono di rappresentare visivamente le informazioni, e i contenuti diventano messaggi di facile interpretazione.

Le gifografiche sono infografiche animate dove immagini, colori e testi sono integrati con un contenuto dinamico: le GIF. L’acronimo GIF (Graphics Interchange Format) identifica un’immagine digitale animata, ovvero, una sequenza di fotogrammi che genera un’immagine in movimento.

Si ha a  disposizione una forma di contenuto differenziante che, annulla il sovraccarico d’informazioni da cui le persone tendono a fuggire. Più facili da ricordare, più stimolanti e più convincenti, le infografiche animate daranno slancio alle tue strategie di content marketing.

 

 

Infografiche animate: 5 vantaggi per il tuo content marketing

 

Le infografiche sono più efficaci nel “raccogliere” l’attenzione del pubblico, rispetto al testo scritto. Pensa come le infografiche animate possano potenziare questi benefici e portare il content marketing al livello successivo.

Ecco alcuni vantaggi che le gifografiche possono portare nella strategia dei contenuti:

  • Supportano la SEO – Creare accurate gifografiche può attirare l’attenzione di siti web con un livello di “authority” maggiore. Essere linkati da questi siti aiuta a migliorare il posizionamento nelle SERP, porterà traffico affidabile e consentirà di accrescere sempre di più un autorevolezza. In questo modo si possono gettare le basi per una buona strategia di link building.
  • Trasformano i contenuti anonimi in fenomeni virali – Le infografiche animate risvegliano e attirano l’interesse delle persone generando un forte impatto sulle tue strategie di social media. la creazione di animazioni di qualità sono destinate a diventare virali.
  • Coinvolgere il  pubblico – Le infografiche animate scompongono argomenti complessi in tasselli più piccoli di facile comprensione. Abbattono le criticità del pubblico e consentono un approccio semplice e intuitivo. Offrono al lettore quell’approccio semplice e intuitivo che stava cercando.
  • Migliorano l’esperienza utente da mobile – Non è più una novità, oltre il 60% degli accessi al web avviene da mobile. Le persone cercano informazioni e acquistano prodotti usando il loro smartphone. Le infografiche sono un ottimo contenuto per dispositivi mobile. Si sviluppano in verticale, sono visivamente accattivanti e facili da scorrere e interpretare. Consentono un’interazione rapida che ben si adatta alle esigenze degli utenti da mobile.
  • Offrono varietà nella proposta di contenuti – Diversificare i contenuti per intercettare gli intenti e le esigenze del tuo pubblico è una necessità per le tue strategie di content marketing. Le infografiche animate possono offrire un’alternativa potente per supportare i vari obiettivi. Si può intercettare l’attenzione dei lettori con un messaggio diretto a soddisfare la loro brama di sapere.

 

 

Con le gifografiche ci si posiziona nella mente del pubblico, generando attrazione e coinvolgimento. Si ha la possibilità di risvegliare “a cannonate” l’interesse dei potenziali clienti e eliminare i competitor.

Leave a comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top
benvenuto
La tua Agenzia
Creativa.
Progetti di alta qualità per clienti nazionali e internazionali. Richiedi ora informazioni su digitale, branding e storytelling.

GENERAL INQUIRIES
info@gracepartners.it

SOCIAL MEDIA